Salone Estense

 


 

BIGLIETTI ESAURITI

 

Louis Lortie pianoforte


foto ©Elias  

E. GRIEG Sonata in mi minore op. 7
L. van BEETHOVEN Sonata n. 28 op. 101
J. BRAHMS Sonata n. 3 in fa minore op. 5

Doveva essere nostro ospite nella primavera del 2012 ma nel mese di gennaio, sorprendendoci non poco, lo vedemmo entrare alla chetichella nel Salone Estense, in occasione del concerto della violinista tedesca Veronika Eberle, con un braccio al collo. Sperammo fino alla fine di poter recuperare il suo concerto, una circostanza condivisa anche dal celebre pianista, che con Varese ha un rapporto molto speciale, ma non fu così e dovemmo procedere con una sostituzione. Ora, finalmente, si ripresenta l’occasione di poterlo risentire, anche se con un rimpianto: dall’ultimo recital varesino di Louis Lortie a oggi sono trascorsi ben quattordici anni di silenzio, davvero un’eternità.
Nel frattempo la carriera del grande pianista canadese ha proseguito imperterrita con recital e concerti nelle più importanti sale del mondo. Fra questi si ricordano le numerose esecuzioni del ciclo completo degli Anni di pellegrinaggio di Liszt che, inciso per l’etichetta Chandos, è stato premiato dal «New Yorker» come una delle migliori registrazioni del 2012 e che costituisce ancora oggi, a distanza di quattro anni, un imprescindibile punto di riferimento per chiunque intenda accostarsi a questo monumentale capolavoro pianistico.
Il programma varesino prevede l’esecuzione di tre Sonate: la Sonata in mi minore di Grieg, l'op. 101 di Beethoven e la terza di Brahms, autori che con Liszt, Chopin e Schubert, sono da sempre nelle corde di questo superbo musicista.